DA “CARNIVORO” A VEGANO: LA MIA STORIA

Era il lontano 1984 (avevo 28 anni..) quando un mattino mi svegliai ed un pensiero improvviso mi pervase..ma io sarei riuscito a procurarmi la carne che mangiavo se non fossero esistite le macellerie?

Fu come un fulmine a ciel sereno..NO!

..io non sarei mai stato capace di uccidere un animale!..fosse esso un pollo..un consiglio (di cui ero golosissimo!)..un agnello o un vitello!

Mi accorsi che per tutto quel tempo avevo mangiato animali che non avrei mai nemmeno immaginato di uccidere!

..mi accorsi che quella cosa che odiavo tanto..l’ipocrisia..era alla base della mia alimentazione!

Quella tradizione carnea proveniente dalla mia famiglia d’origine..che se non c’era la carne ad ogni pasto era come non aver mangiato..(meno male che era esclusa dalla colazione! 😀 )..che tra l’altro in quel periodo storico determinava anche la classe sociale..la carne ad ogni pasto era uno status symbol come lo è ora il tipo di smartphone utilizzato..

..a quel punto quindi iniziai l’iter di eliminazione della carne dalla mia dieta..

..sì..perché la carne è un cibo molto difficile da eliminare se si assume secondo la frequenza classica..perché dà assuefazione..

Come molti altri cibi (zucchero raffinato..latte e latticini..cioccolata..farinacei..glutammato monosodico..e gli alimenti che li contengono..) la carne produce una sorta di dipendenza..non diversa da quella prodotta da fumo..alcol e droghe..le attività ormonali che producono queste “necessità” sono le stesse..

Come hai potuto notare nella parte tra parentesi..non tutti gli alimenti che danno assuefazione sono dannosi..tipo i carboidrati (farinacei..cereali)..comunque anche questi è difficile diminuirli quando si esagera..

Tornando al mio iter di eliminazione..l’alimento “vivo” che continuai a mangiare ancora per un po’ fu il pesce..

..perché del pesce non mi disturbava la sua dipartita..era successo di pescarlo con la lenza..oppure in vacanza mi impegnavo in battute di pesca subacquea (fortunatamente senza mai grandi risultati..)

..ma un giorno mi capitò una cosa che cambiò definitivamente il mio modo di pensare al cibo animale..

Ero in un bel posto di mare..non ricordo di preciso dove..era estate..e nel primo pomeriggio mi immersi in acqua con il mio fucilone subacqueo..

..nuotai con la testa sott’acqua per molto tempo senza avvistare nessun pesce..strano..perché quella zona ne era abbastanza piena!

Forse era il caldo..forse era un’ora sbagliata..sta di fatto che non vidi per un bel po’ un solo pesce!

..poi..finalmente ne apparve uno..era un pesciolino vivace e giocherellone..che sgusciava vispo tra un’alga e l’altra..giocando tra le anemoni e gli scogli sommersi..

..e io lo seguivo puntandogli addosso il mio fucilone..però aspettavo che si fermasse per sparargli perché si muoveva troppo velocemente..come un cucciolo tra le fronde..

Ad un certo punto si fermò e si girò verso di me..quasi come per chiedermi se volevo giocare con lui..

..e io gli sparai!..che era perfino difficile colpirlo!..perché piccolo e in una posizione complicata!

Ma io sparai e lo infilzai..

..lui si dimenò per un attimo..poi rimase fermo..

Ho ancora l’immagine del suo sguardo allegro rivolto verso di me..ho la pelle d’oca mentre scrivo..

Lo mangiai..nonostante fosse più lische che polpa..come fosse un rituale..come fosse un ultimo saluto rispettoso alla sua dipartita..di cui io ero il responsabile..

Da quel giorno cominciai a limitare l’assunzione anche di pesce..fino alla sua completa esclusione dalla mia dieta..

Chiusa parentesi..ora torniamo all’iter di eliminazione..disintossicazione..e presa di consapevolezza sui reali bisogni e piaceri alimentari..(quello che stai leggendo è una chicca che l’avessi avuta io a suo tempo avrei fatto anche più in fretta a ritrovare la salute ottimale! 😉 )

All’inizio furono motivi etici che mi spinsero a questa scelta..poi diventarono anche culturali..ecologici..filosofici..salutistici (considerando per “salutismo” non il sistema per essere “giovani e belli”..ma la condizione indispensabile per vivere nel mondo con consapevolezza..e poter interagire in Salute e in piena coscienza con il resto dell’umanità..)..e persino spirituali..

Lessi molti libri..misi in pratica consigli..filosofie di vita..ricette vegetariane e vegane provenienti da tutto il mondo..(ma da cucinare con ingredienti locali..)

..mi divertii un sacco a sperimentare ed assaggiare ingredienti per me nuovi..(che secondo i dettami della Macrobiotica devono provenire dalla stessa latitudine di appartenenza..)

..e di pari passo cominciai a sperimentare anche la medicina naturale..l’Omeopatia in primis..e da quel momento non presi più neanche un’aspirina! (a parte in un paio di situazioni particolari di cui parlo sul Blog..)

I primi tempi non furono particolarmente rosei..l’organismo doveva espellere tossine accumulate da anni di “vita tossica” (lo so che stai ridendo..ma disintossicarsi dalla carne e dalle medicine..anche solo da antibiotici..antidolorifici..e antistaminici che avevo usato da bimbo fino ad allora per certe allergie..non è diverso che disintossicarsi dalle droghe..)

Io per carattere le cose o le faccio subito o non le faccio più..quindi smisi troppo velocemente l’assunzione di queste cose e il mio organismo divenne una macchina da guerra..buttando fuori di tutto!..attraverso tutti gli organi emuntori..(aiutato anche da rimedi omeopatici appropriati..)

..quindi ero un vulcano in eruzione!..ma il vedere questo mi dava molta soddisfazione..cominciavo a conoscere il corpo umano fin nel profondo..e questo non solo sui libri..ma soprattutto sperimentando di persona!

Questo durò qualche anno (niente è risolvibile dall’oggi al domani..l’organismo ha bisogno di tempo..e lo usa molto proficuamente!)

..anni in cui sperimentai praticamente tutte le discipline e filosofie vegetariane e salutistiche esistenti! (alla fine ti presenterò dei libri..di cui alcuni che ti ho già indicato in altre sezioni ed articoli del Blog e che per me sono stati molto importanti..)

..e trascinai nell’avventura anche la mia famiglia..osservando anche in loro tutte le dinamiche organiche che si avvicendavano nel tempo..fu un periodo esaltante! 😀

(questo cambiamento mi fece perdere più di 10 kg..senza grandi sacrifici se non quello di rinunciare alla carne..soprattutto di terra..)

L’essere vegetariano o vegano non è comunque importantissimo nel mantenimento della Salute..

Per diversi motivi la carne è diventata un cibo comune nella cultura alimentare..però..c’è un però..anzi..molti però!

Quello che si intende per “cibo” attualmente ha diverse espressioni nelle diverse culture del mondo..

..anche ciò che si considera “buono” ha diverse interpretazioni a seconda della cultura a cui si appartiene..

Ci sono cibi tradizionali di altre parti del mondo che ci potrebbero disgustare..altri che..anche se provenienti da posti lontanissimi..certamente li troviamo deliziosi..

ma cosa vuol dire?..che c’è chi mangia male e chi invece bene?

No!

A parte alcune culture moderne che hanno abitudini alimentari giovani e incomplete..come quella degli Stati Uniti..che non proviene da antiche tradizioni..ma da necessità impellenti dovute alle condizioni disagiate dei coloni emigrati lì da tutto il mondo..e da uno snaturamento pregiudizievole della cultura dei “pellirossa”..di tipo itinerante..quindi basata su cacciagione e frutti del bosco..

o quella inglese molto particolare..che non ho mai capito perché debba fare così schifo! 😀

..altri modi di cibarsi provengono da tradizioni che si perdono nei millenni..

..tutte con caratteristiche ottime e salutari (almeno alle proprie latitudini..)..fino a che non sono state corrotte dal “cibo spazzatura” attuale..

Il “modus vivendi” è molto importante per determinare la giusta alimentazione..e se potessimo decidere autonomamente e nel momento di salute massima..sceglieremmo intuitivamente gli alimenti più adatti al nostro modo di vivere..se più attivo o più tendente al passivo..oppure secondo la propria genetica..o ancora secondo l’ambiente circostante (Nord..Sud..Est..Ovest..diversità culturale..campagna..città..)

..ma purtroppo ormai il tutto si è confuso..e come se non bastasse ci sono coloro che approfittano di questa circostanza..e “inventano” diete assolutamente dannose per qualsiasi organismo..

Le scelte alimentari ormai non sono più dettate dalla propria sensibilità e intuizione..ma da condizionamenti esterni ed abitudini spacciate per tradizioni..

..e le abitudini purtroppo permangono anche al cambiamento delle circostanze personali..ambientali..igieniche..

Chi fa lavori pesanti..per esempio..ha bisogno di più proteine di chi lavora da seduto..chi usa di più la mente avrà bisogno di aminoacidi differenti di chi usa di più le braccia..tutti comunque avranno bisogno di vegetali in abbondanza (frutta e verdura..)..e a seconda delle caratteristiche ambientali serviranno certi alimenti rispetto ad altri..

Fino ad un po’ di tempo fa (molto tempo fa!) questo avveniva in modo naturale..la propria sensibilità ed intuizione riconosceva il cibo giusto e lo preferiva ad altri inutili o dannosi..oppure erano comunque gli alimenti tipici in quell’ambiente a quelle latitudini..

Si consideri per esempio che in ogni cultura..la carne veniva assunta solo in momenti particolari..e rappresentava un simbolo di potere..come dopo una vittoria in battaglia..o prima di essa per aumentare l’aggressività..era anche il piatto principale nelle feste dei condottieri e regnanti vincitori..

..oppure era proprio il cibo che preparava alla battaglia..perchè aumenta la resistenza a stress atipici e repentini (come uccidere il nemico..)

..o durante la caccia..assimilando simbolicamente il cacciatore all’animale predatore..

..quindi circostanze che una persona eticamente orientata e coscientemente indirizzata non dovrebbe mai trovare sul suo cammino..

Comunque ora si possono avere i prodotti di qualsiasi posto nel mondo in qualsiasi momento..sia d’estate che d’inverno (mangiare vegetali fuori stagione o addirittura tropicali alle nostre latitudini indebolisce il Sistema Immunitario..)..e la nostra sensibilità ed intuizione è stata persa..per ritrovarla ora è necessario un certo impegno e..sotto certi versi..un periodo di studio..

Ecco perché oggi per riuscire a raggiungere una Lunga Vita in Salute è necessario un periodo di adattamento ed osservazione delle proprie necessità..ecco perché chi ti assicura la stessa cosa con due o tre flaconcini di pastigliette..magari anche naturali! (e da lui prodotte.. 😉 )..ti sta prendendo in giro..

Invece cosa ho fatto io?

..ho letto libri (quelli che sto proponendo a te..)..sperimentato le cose che leggevo..(quegli alimenti..metodi di cura e integratori che ti sto indicando..)..osservato la reazione del mio organismo..nel bene e nel male..

..poi le stesse cose le ho proposte a chi avevo attorno..e ho osservato..

..aiutato anche dall’amico omeopata..che mi ha permesso di risolvere parecchi dei malanni che mi portavo dietro da una gestione del mio organismo tutt’altro che attenta (fino a 28 anni..)

Sono passato progressivamente da mangiatore compulsivo di carne..a macrobiotico..a ovo-latteo vegetariano..

..e ora sono felicemente vegano!

La mia dieta è basata su carboidrati (pasta..riso..cereali vari..)..frutta e verdura di tutti i tipi (il più possibile a km0 o coltivata da me..)..legumi..alimenti di tradizione orientale ma prodotti in Italia (tofu..tempeh..seitan..)..miso..tamari e soyu (questi provenienti dal Giappone..)..insalatini e germogli autoprodotti (ne parlo nella sezione dedicata alla fermentazione..e in quella sulla Vit.B12)..semi oleaginosi (soprattutto noci..mandorle..e arachidi che fanno anche parte dei legumi e quindi sono ricche di aminoacidi..)..le famose alghe..il superalimento che non dovrebbe mai mancare sulla tavola di un vegetariano (anche se comunque in piccola quantità..) ne parlo ampiamente qui..e poi erbe aromatiche di tutti i tipi..e spezie..soprattutto peperoncino piccante!

Un discorso a parte lo merita quest’ultima spezia..

Dire peperoncino piccante apre ad un mondo incredibilmente vasto!

Questo ingrediente è caratterizzato da un’infinità di tipi e differenziazioni di gusto..

Come per le altre spezie..non è necessario seguire le regole del km0..perché le sue caratteristiche vanno al di là di queste regole!

Basti pensare che il peperoncino..al contrario del peperone di cui è parente..si coltiva a qualsiasi latitudine..e la sua caratteristica piccantezza aumenta o diminuisce a seconda della varietà e della zona di provenienza..

Questa spezia usata regolarmente dona all’organismo delle spinte energetiche che non possono che fare bene! (ma l’organismo deve essere in condizioni di poterle sostenere..) stimolando ogni organo ed incrementando l’espulsione delle tossine..

..è bene usarlo fresco o secco polverizzato..da secco a pezzetti viene assimilato poco..perché risulta di difficile digestione e quindi attraversa integro tutto l’apparato digerente..irritando dove passa..

Adatto a chi ha un’attività sedentaria perché attiva la circolazione e il sistema linfatico..beneficiando cuore e cervello..ma anche a chi fa sforzo..perché dà energia a tutto l’organismo..

A questo punto vado a consigliare i testi che hanno accompagnato la mia “riabilitazione” ad un’esistenza sana ed equilibrata..che permette sicuramente una Lunga Vita in Salute..

Prima di tutto due libri che non ho letto..ma riassumono bene i discorsi precedenti..con l’aggiunta di un bel po’ di ricette (il libro che lessi io per primo..quello che mi “iniziò” a questo stile di vita..non esiste più in commercio..)

Diventare Vegetariani o Vegani

..a cura di Vegolosi..

Le Spezie della Salute in Cucina

I prossimi invece li ho letti tutto d’un fiato e seguito i dettami alla lettera! (qualcuno mi diceva che esageravo.. 😀 ..ma i risultati sono stati ottimi.. 😉 )

La Dieta Macrobiotica

Medicina Macrobiotica

La Nuova Cucina Macrobiotica

Malattia e Destino

..i libri seguenti sono invece alla base per acquisire una coscienza completa del nostro organismo..

Il primo è tutto..(ma proprio tutto!)..quello che serve..il secondo è già un buon inizio per comprendere..tutti e due dimostrano come l’esperienza diretta sia molto meglio di quella solo letta o sentita..diciamo anche che l’esperienza del Dott. Hamer è stata certamente più drammatica della mia..

(è curioso osservare che le opere di questo medico e quelle ad esse inerenti sono tutte pubblicate dalla casa editrice “Gli amici di Dirk“..Dirk era il figlio del Dott. Hamer..ucciso per errore dal principe Vittorio Emanuele di Savoia con un colpo di fucile..questa disgrazia e il dolore che provocò al Dott. Hamer innescarono tutta una serie di circostanze che portarono allo sviluppo del suo straordinario metodo di cura..)

Testamento per una Nuova Medicina Germanica e la sua nuova dimensione terapeutica

La Nuova Medicina Germanica in Breve

..a questo punto non rimane che il solito consiglio di contattarmi per qualsiasi ulteriore delucidazione..(ricordo anche la pagina delle Donazioni..)